Automation marketing: 5 flow per aumentare le tue vendite

automation marketing

Nello scorso articolo dedicato alla lead generation, abbiamo parlato di come connettere Facebook al tuo CRM per migliorare le performance! (Non dirmi che te lo sei perso! Puoi recuperare cliccando qui). Oggi, invece, parleremo di automation marketing e di 5 flow che devi assolutamente implementare per ottenere il massimo dai tuoi contatti. Ma partiamo con calma…


Automation marketing: cosa è un flow?



Un flow è un flusso di e-mail che viene erogato automaticamente in base alle azioni compiute dagli iscritti alla newsletter. Tramite i flow, ad esempio, puoi decidere di diversificare le automazioni di follow-up per gli utenti che hanno aperto o meno una precedente newsletter!
Scopriamo ora nel dettaglio i 5 flow che aumenteranno la tue vendite!


Flow #1: Welcome mail con double opt – in


“Iscriviti ora per ricevere uno sconto del 10%”, sono sicura che anche tu, almeno una volta nella vita, ti sei iscritto ad una mailing list dopo un messaggio così! Benissimo, la prima e-mail che ricevi in seguito della tua iscrizione è la classica Welcome mail che ti da, oltre al codice sconto che stavi bramando, anche il benvenuto nella community.
Nel momento in cui imposti questo flusso di e-mail (forse tu ne avrai ricevuta una, ma puoi sempre aggiungerne un’altra, ad esempio, per ricordare di utilizzare il codice!) sarebbe ottimale richiedere una conferma dell’iscrizione. Questa conferma in gergo tecnico viene chiamata double opt-in.
Il double-opt in serve a verificare che gli indirizzi e-mail che stai raccogliendo siano veri, eliminando quelli dei bot e quelli degli utenti poco interessati al tuo business. Il risultato? “Pochi, ma buoni!”, forse riceverai meno iscrizioni, ma quelle che avrai saranno di utenti reali e veramente interessati al tuo prodotto, aumentando così le opportunità di vendita.


Flow #2: Recupero carrelli abbandonati


Si raccoglie ciò che si semina, ma per fare un buon raccolto non devi fermarti al primo giro di boa!
Tra i tuoi flow non può assolutamente mancare quello dedicato al recupero dei carrelli abbandonati.
Per una resa ottimale strutturalo in 3 step:

  • Step 1: dopo qualche ora dall’abbandono del carrello invia una newsletter ricordando all’utente i prodotti dimenticati e chiedendo se ci sono stati problemi durante l’acquisto;
  • 2 Step: qualche giorno dopo ricorda ai tuoi utenti che i loro prodotti sono ancora lì, ma questa volta gioca con il principio di scarsità dicendo che stanno terminando in fretta!;
  • Step 3: dulcis in fundo, se ancora non sei riuscito a recuperare la vendita, gioca con il principio di urgenza dando loro un codice sconto valido solo per 48 ore.

Flow #3: Loyalty Programm


Se recuperare le vendite e dare il benvenuto ai tuoi clienti è fondamentale, lo è ancor di più fidelizzarli e farli sentire parte della tua Community. Crea dei flow per farli sentire speciali, elargendo codici sconto che premino la loro fedeltà! Ad esempio?

  • Happy B-day Flow: saranno felici di festeggiare con te;
  • Anniversary Flow: regala un coupon dopo 365 giorni dalla loro iscrizione (si sa, il regalo per l’anniversario è d’obbligo!);
  • Revenue Vip Flow: stabilisci quanto dovrebbe spendere un tuoi clienti per essere un customer VIP e dai un codice sconto al raggiungimento di quella soglia.


Flow #4: Winback flow


Per ottimizzare le performance delle tue campagne e-mail, dovresti inviare le tue newsletter solo a quegli utenti che si sono dimostrati attivi e reattivi. Cosa significa? Che dovresti inviarle solo a chi ha in qualche modo interagito con le newsletter precedenti: aprendole, leggendole o cliccandole.
Se noti che il numero di questi utenti attivi è basso, allora dovrai ricorrere a una mail di winback che serve a riallacciare i contatti e a risvegliare l’interesse dei tuoi utenti!
La mail di Winback, solitamente, si compone in due step:

  • Step 1: dopo circa 75 giorni che il tuo utente ha compiuto un ordine, ma non ha più riacquistato mandagli una prima newsletter per ricordargli che non passa sul tuo sito da un po’ di tempo e che non deve perdere le novità;
  • Step 2: se dopo 15 giorni ancora non ha convertito, chiedigli se è giunto il momento di salutarsi, magari provando a risvegliare in lui l’interesse con una news o uno sconto davvero difficili da rifiutare!

Flow #5: Up selling e cross selling flow


Ottimizzare la tua revenue non significa solamente spingere l’utente a compiere il suo primo acquisto, ma significa soprattutto far sì che continui ad acquistare durante il corso del tempo. I flow di up-selling e cross-selling servono proprio a rendere l’acquisto quanto più abituale possibile, facendo leva sugli interessi: in questo flow, infatti, dovrai improntare la comunicazione su prodotti simili e complementari a quelli già acquistati. Dai loro consigli personalizzati sul loro utilizzo e aumenta il numero delle tue vendite!


E ora la fatidica domanda: il tuo business ha già tutti questi flow attivi?
Se la risposta è no allora non ti resta che contattare Silvia, lei farà magie per le tue attività di
automation marketing! Clicca qui!

Sei interessato a quello che facciamo e vuoi saperne di più?
Prenota un appuntamento